Outerra continua a crescere

Il simulatore del pianeta Terra già presentato qualche mese fà, continua a fare progressi nello sviluppo, in particolare migliora l’integrazione con il visore Oculus Rift, per chi non conoscesse Outerra si tratta di un ‘motore di rendering’ che è letteralmente in grado di renderizzare il mondo geograficamente dettagliato in scala 1:1.

Gli sviluppatori hanno ricevuto il loro kit di sviluppo e sono già sulla buona strada per rendere il gioco compatibile con la realtà virtuale. Ecco le prime impressioni con Oculus Rift:
“Una cosa che è davvero bella, con Oculus Rift è il senso di scala. Non l’ho mostrato nel video, ma per esempio il camion sembra grande nella giusta misura, quando ci si avvicina alle grandi gomme … “dice Brano Kemen, lo sviluppatore.

Kemen dice che mentre il supporto iniziale è già implementato, c’è ancora qualche ritocco da fare prima di una release pubblica:

Ci sono ancora alcuni problemi di base con il rendering stereoscopico che ho bisogno di risolvere prima di rilasciare una build (cielo e sole hanno problemi, e l’antialiasing).

… Alcuni manufatti sono più visibili con Oculus che su un monitor, in particolare ci sono alcune lacune che perdono luce dei pixel nelle parti rocciose, il terreno non ha auto-shadowing. Sviluppare con Oculus Rift ci dà una motivazione in più per risolvere questi problemi, per rendere l’esperienza migliore. Ma nel complesso, questa cosa ha un grande potenziale.

Kemen rilascerà una versione per Oculus Rift a tutti quelli che hanno acquistato la versione alpha del gioco basato su Outerra chiamato Anteworld che si può acquistare per $ 15.
Il techdemo puo essere scaricato qui


Tagged: